fbpx

Il Comune di Legnano prende posizione su Franco Tosi Meccanica

Questo è l’ordine del giorno che il consiglio comunale ha approvato all’unanimità.

ORDINE DEL GIORNO

Legnano, 21.11.2012

Il Consiglio Comunale riunitosi in data 27.11.2012

Premesso

Che la grave crisi economica ha investito l’economia globale ed in particolare il nostro paese con gravi ripercussioni sui livelli occupazionali e sulla tenuta del nostro sistema produttivo

Preso atto

Che in questa fase una delle più significative attività produttive locali, la Franco Tosi Meccanica, sta attraversando una situazione di grande difficoltà, dovuta sia ad un rallentamento più generale dei mercati sia ad una insufficiente capacità finanziaria, necessaria per supportare le diverse commesse acquisite sui mercati esteri.

Considerata

L’esistenza di un’esposizione debitoria con lo Stato italiano, la quale tuttavia non pregiudica la possibilità di un rilancio dell’azienda stessa, in presenza di un piano industriale credibile che porti ad un processo di risanamento e rilancio produttivo.

Considerato

Che la FTM rappresenta una azienda di rilevanza mondiale, dotata di tecnologie ed eccellenze proprie che, inserita in un piano industriale adeguato al nuovo contesto competitivo internazionale, può garantire la possibilità di un futuro produttivo ed occupazionale allo stabilimento di Legnano oltre che un importante indotto per quelle piccole e medie imprese che hanno fatto del nostro territorio uno dei più importanti bacini nel settore della meccanica.

Constatato

Che anche per questa eccellenza presente sul nostro territorio si è organizzato l’Energy Cluster che ha teso a mettere a fattore comune tutte le migliori competenze produttive e professionali per rendere più competitive le imprese che operano nel settore dell’energia

Rilevato

Che l’attuale proprietà di FTM è del gruppo indiano Gammon.

Ribadito

Che ogni azione finalizzata alla messa in sicurezza dell’azienda e dei suoi livelli occupazionali e produttivi deve essere supportata da precisi piani industriali che garantiscano la continuità della presenza di FTM nella nostra città oltre al mantenimento di un marchio ancora oggi tra i più importanti a livello mondiale nel settore dell’energia.

Constatato

Che la suddetta situazione di difficoltà perdura ormai da alcuni anni

Per quanto sopra

Il consiglio comunale impegna l’Amministrazione Comunale:

A verificare nei tempi più brevi possibili , in accordo con le organizzazioni sindacali ed imprenditoriali del territorio, tutte le possibili azioni necessarie per garantire il futuro di FTM;

A proseguire l’opera a tutti i livelli (provinciale, regionale e Ministero delle attività produttive) per sviluppare le necessarie sinergie oltre la comune consapevolezza ed impegno concreto per una positiva soluzione della vicenda;

Ad informare tempestivamente il Consiglio Comunale e la relativa Commissione sulle posizioni delle rappresentanze sindacali e sulle strategie della proprietà dell’azienda;

A ribadire la prioritaria vocazione industriale delle aree attualmente occupate da FTM, in conformità a quanto sancito dal vigente PGT;

A convocare un’iniziativa su questo tema, inserito nel più ampio tema dell’economia e dello sviluppo del nostro territorio, nella forma di un Consiglio Comunale aperto, di una conferenza con l’intervento di tutte le parti sociali coinvolte, o altra.

Dà mandato all’Amministrazione Comunale di inviare il presente OdG a tutte le autorità competenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.